IPI 1000 STANDARD AND 250 CALIZ FOR VERMUYTEN

Panna vegetale in brick asettici: il caso di successo di Vermuyten – Professional Dairy Products S.L.

Nel 2009, Vermuyten, azienda spagnola specializzata nella produzione di prodotti dairy-free, ha scelto IPI, fornitrice leader di soluzioni per il packaging asettico, per confezionare panna e creme vegetali in brick da 1000 ml nel formato Standard, destinate al settore HoReCa. Nei 10 anni a seguire, Vermuyten ha conseguito ottimi risultati di business. Poi è arrivato il COVID-19, che ha portato con sé nuove sfide da affrontare. Quest’articolo spiega come nuovi prodotti, nuove soluzioni di packaging e nuovi canali di distribuzione hanno contribuito a trasformare una minaccia in una nuova opportunità per il cliente.  

Vermuyten, prodotti di alta qualità nel settore F&B

Dal 1995, Vermuyten fornisce, agli operatori attivi nel settore della panificazione e della ristorazione, prodotti dairy-free ad alto valore aggiunto. Il suo portafoglio comprende creme vegetali di alta qualità, coffee whiteners, mix di gelati e panna montata di origine vegetale.

Vermuyten ha inoltre ottenuto importanti riconoscimenti come il Superior Taste Award con la sua panna “Topping Royale Duo Gold”, confezionata nei brick asettici di IPI. Stiamo parlando, non a caso, di prodotti estremamente sani e gustosi, esportati in tutto il mondo.

La relazione tra Vermuyten e IPI risale al 2009, quando l’azienda spagnola era alla ricerca delle soluzioni di confezionamento one-stop più adatte ai suoi prodotti. Da oltre 40 anni, IPI fornisce ai propri clienti linee di riempimento e confezionamento, materiale per l’imballaggio asettico da bobina, sistemi di apertura e servizi di assistenza tecnica all’avanguardia; inoltre, l’azienda detiene un’importante quota del mercato del Tomate Frito in Spagna. Proprio per questo motivo, Vermuyten ha deciso di installare una linea di confezionamento IPI e di confezionare i propri prodotti ad alto valore aggiunto in brick formato Standard da 1000 ml, destinati al settore HoReCa; senza dubbio, questa scelta ha consentito a Vermuyten di riscuotere grande successo, rispondendo nella maniera più opportuna ed efficiente alle esigenze del settore alberghiero.

Poi è arrivato il 2020.

Come il COVID-19 ha cambiato le necessità dei consumatori

La pandemia da COVID-19 ha cambiato le regole del gioco. I lockdown e le misure restrittive adottate per fronteggiare il virus hanno messo a dura prova il settore HoReCa, andando a colpire l’intera catena di fornitura. È allora che Vermuyten ha avuto un’intuizione e ha deciso di espandere il proprio business, entrando, con i propri prodotti, nel circuito della Grande Distribuzione Organizzata (GDO).Per fare questo, il cliente spagnolo aveva però bisogno di un nuovo tipo packaging e, in particolar modo, di un brick premium in cartone di piccolo formato, funzionale ma innovativo, in modo tale da garantire ai propri prodotti un posizionamento differenziato sugli affollati scaffali del supermercato.

Sta, inoltre, crescendo anche l’attenzione dei consumatori verso prodotti confezionati con soluzioni sostenibili dal punto di vista ambientale: l'impennata, infatti, è tale da indurre a ritenere che il mercato sia disposto a pagare di più per prodotti dotati di imballaggio eco-sostenibile. La sostenibilità ambientale è stata, dunque, una delle ragioni per cui Vermuyten ha scelto ancora una volta di confezionare le proprie creme vegetali in cartone asettico.

Caliz, tappo Twist e prodotti premium: un’accoppiata perfetta

Il Caliz da 250 ml con tappo Twist e apertura one-step, è la soluzione perfetta per prodotti premium come quelli di Vermuyten. Si tratta, infatti, di un brick completamente nuovo, non solo per il business dell’azienda, ma anche per l’intero mercato dell’industria alimentare spagnola. Inoltre, i brick in cartone asettico aiutano a preservare l’alta qualità del prodotto, così come il suo gusto e tutte le sue proprietà organolettiche.

Questa soluzione di confezionamento è stata, dunque, la scelta più naturale e scontata: sostenibile, elegante e innovativo, Caliz è capace di catturare immediatamente lo sguardo del consumatore, differenziandosi sullo scaffale in confronto ad altri brick di forma più classica e regolare. Il brick in cartone Caliz, infatti, ha un design estremamente accattivante: grazie all’ampia superficie stampabile, l’azienda ha modo di comunicare al meglio il suo messaggio, giocando con le curve, le linee e i colori, per rendere il brick ancora più elegante e accattivante. Gli angoli simmetrici e arrotondati offrono, inoltre, un' ergonomia eccezionale: nel complesso, quindi, Caliz è un brick in cartone estremamente pratico e comodo da tenere in mano.

Il tappo Twist è facile da aprire e perfetto per richiudere il brick, e rende molto agevole versarne il contenuto, consentendo ai consumatori di conservare il prodotto più a lungo, una volta aperto il pacchetto. Si tratta, insomma, del tappo a vite migliore della categoria, ottimo per i brick di qualsiasi formato e dimensione, dai 200-ml a salire.

1000 ML STANDARD AND 250 ML CALIZ BRICKS FOR VERMUYTEN

Infine, secondo l’opinione dei consumatori, i brick in cartone asettico sono la soluzione migliore per  il confezionamento sostenibile dei prodotti alimentari. In questo frangente, IPI è in prima linea nell’industria del confezionamento sostenibile: i brick asettici di IPI, infatti, sono Rinnovabili, Responsabili e completamente Riciclabili, oltre ad essere composti, per circa il 70%, da cartone ricavato da aree boschive gestite responsabilmente e certificate FSC; tutto ciò, consente ad IPI di offrire ai propri clienti soluzioni sempre più sostenibili, come quelle comprese nella nuova linea reVIVO

Inoltre, in aggiunta alla linea di confezionamento asettico SA 65 per il confezionamento di panna vegetale in brick da 1000 ml Standard, nel 2020 IPI ha installato, presso stabilimento di Vermuyten, un’altra linea di confezionamento asettico, composta da una riempitrice asettica NSA EVO, da un applicatore di tappi MT121 e strumentazioni end-of-the-line per confezionare pacchetti Caliz da 250-ml con tappo Twist.

NSA EVO VERMUYTEN PLANT

Risultati e opportunità rese possibili dalle soluzioni premium di confezionamento asettico di IPI

Grazie alla partnership con IPI, Vermuyten è stata in grado di sfruttare a pieno il proprio potenziale e affrontare nuove sfide di mercato. La collaborazione con IPI, infatti, ha consentito all’azienda spagnola di trovare la soluzione più adatta per il canale retail. Oggi Vermuyten vende i propri prodotti premium sia al settore HoReCa, con il brick standard da 1000 ml, che a quello retail, grazie al Caliz 250-ml - con e senza tappo Twist -. Inoltre, il Caliz da 250-ml sta aprendo la strada a molte opportunità di co-packing con partner sia spagnoli che stranieri, e l’azienda prevede di raddoppiare i propri volumi di produzione nel futuro prossimo.

A Febbraio, durante l’edizione 2022 di Gulfood (Stand: D2-26 - Hall: Dairy), la fiera per il settore food and beverage più grande del mondo – che si svolge quest’anno a Dubai -, Vermuyten presenterà ufficialmente i suoi prodotti premium nel nuovo, innovativo brick Caliz

"Le soluzioni di packaging IPI ci hanno permesso di trasformare il COVID-19 in un’opportunità"

"La pandemia da COVID-19 si è rivelata una situazione difficile e stressante per tutti noi, e il settore HoReca è stato particolarmente colpito dal virus e dalle conseguenti misure restrittive”, ha spiegato Tony Vermuyten, amministratore delegato dell’azienda spagnola. 

"Con i suoi packaging di alta qualità e i suoi eccellenti servizi di supporto, IPI ci ha consentito di fronteggiare proattivamente la crisi economica da COVID-19, e di trasformarla in una opportunità, aiutandoci a farci strada nel settore della Grande Distribuzione Organizzata (GDO)".

"Il distintivo, iconico ed elegante design del brick 250-ml Caliz con angoli rotondeggianti è stato, in realtà, l’espediente perfetto per ottenere visibilità e attrattività, differenziando così i nostri prodotti premium sugli affollati scaffali dei supermercati".

Perché qualsiasi strategia di packaging sostenibile deve includere un’analisi di Life Cycle Assessment (LCA) Mostra tutte le news