MIBEM-Group-case-study

L’installazione di macchine confezionatrici in Costa D’Avorio tramite l’assistenza tecnica remota: un caso di studio

Dalle operazioni quotidiane all’industria 4.0: l’assistenza tecnica remota è qui per restare

L’impatto del COVID-19 sull’industria del packaging è stato enorme. Tra continui lockdown, le imprese appartenenti ai settori essenziali, fondamentali per il funzionamento della nostra società, sono rimaste attive. Le aziende alimentari, ad esempio, hanno continuato ad operare, vedendo i loro ordini raddoppiati alla luce di una domanda sempre crescente da parte dei consumatori. È per questo che l’industria del packaging ha aumentato la propria produttività, in modo da soddisfare le esigenze della catena di approvvigionamento alimentare.

Quello che però dal punto di vista della produzione è stato solo uno stress test, dal punto di vista dell’assistenza tecnica si è rivelato un vero e proprio cambio di paradigma. Le aziende di packaging si sono sempre affidate al supporto in loco per la risoluzione di problemi, o per guidare i propri clienti attraverso le varie fasi della produzione. Oggi, dopo più di un anno dall’inizio dei primi lockdown in Europa, molte aziende non essenziali hanno ripreso le proprie attività, e l’assistenza tecnica remota si è dimostrata una pietra angolare di molte imprese B2B, perché consente consente la creazione di valore in un modo che prima non era possibile.

Man mano che le nuove tecnologie dell’Industria 4.0 come la realtà aumentata, l’AI e l’Internet of Things prendono piede, diventa fondamentale fornire al cliente tutte queste innovazioni al fine aiutarlo a stare al passo con la concorrenza. Se tutto ciò è importante nel settore del packaging, diventa fondamentale in quello del packaging in cartone asettico, dove la natura sensibile dei materiali e dei processi richiede un’attenzione particolare. È proprio per questo che IPI offre un portfolio consolidato di soluzioni RTA, (Assistenza tecnica remota) che vanno dall’installazione e avvio della produzione fino alla risoluzione dei problemi, includendo anche la formazione e il controllo della produzione. Quali sono i risultati? Una maggiore soddisfazione del cliente, costi inferiori ed una risoluzione più rapida dei problemi: per tutti questi motivi, ma non solo, l’assistenza tecnica remota è diventata la chiave del settore del packaging. Possiamo dire che il COVID-19 ha solo accelerato l’evoluzione di questo tipo di assistenza, ed ha svelato il potenziale della RTA come strumento per migliorare il settore del packaging in cartone asettico nel suo complesso.

Il testo che segue tratta di un caso di studio in cui IPI ha utilizzato l’assistenza tecnica remota per soddisfare le esigenze del gruppo MIBEM, azienda leader nella produzione di vini e liquori che ha sede in Costa D’Avorio, con stabilimento anche a Togo. Attraverso il proprio portfolio di RTA, IPI è stata in grado di supportare il cliente attraverso l’installazione in remoto di due linee di produzione in soli 6 giorni.

Il caso di studio del gruppo MIBEM: #1 identificare le esigenze del cliente

Il gruppo MIBEM si occupa della produzione di vino e liquori dal 1989. Fondato in Costa D’Avorio, l’azienda ha sempre puntato sulla qualità dei propri prodotti, mettendo al primo posto la soddisfazione e la sicurezza dei propri clienti. Ad oggi, i brand più famosi del gruppo MIBEM sono Châteaux de France e Rhum Calao, disponibili in nove paesi della sottoregione e unici nel loro gusto. L’azienda utilizza i brick asettici IPI per il vino e la sangria dal 2014, anno in cui ha installato 3 linee di confezionamento nel proprio stabilimento in Costa D’Avorio per due diversi formati, il 250 ml e il 500 ml.

MIBEM-Group-case-study

Nel 2020, il gruppo MIBEM doveva installare 2 linee NSA EVO, una che andava ad aggiungersi alle altre già installate per il formato da 500 ml, e una per il formato premium SuperSlim da 750 ml. Le ragioni alla base di questa scelta erano molte: il cliente aveva la necessità di aumentare la propria produzione e di continuare a garantire la propria attività anche durante le restrizioni imposte a causa della pandemia. Dato che il COVID-19 si era rapidamente diffuso a livello globale, i clienti di MIBEM avevano urgentemente bisogno di rassicurazioni sulla produttività del gruppo. Inoltre, il gruppo MIBEM doveva rispondere alle richieste di nuovi formati, come il SuperSlim da 750 ml di IPI. Infine, le 2 linee sono state installate nel nuovo stabilimento del gruppo MIBEM situato a Grand Bassam, appena fuori da Abidjian, capitale della Costa D’Avorio, e l’installazione da remoto sarebbe coincisa con l’inizio delle operazioni.

MIBEM aseptic bricks

#2 Come IPI ha soddisfatto le esigenze del cliente

In condizioni di normalità, il personale di IPI è presente attivamente ed in loco durante la fase di installazione. In questo caso, a causa del COVID-19, questo non è stato possibile, ma IPI è comunque riuscita ad eseguire l’installazione da remoto, facendo affidamento ai suoi molteplici strumenti di RTA.

A seguito di un’attenta analisi preliminare di valutazione del rischio in cui è stato coinvolto anche il cliente, IPI ha stabilito un protocollo di azioni da eseguire. Il primo passo è stato quello di preparare un tutorial personalizzato per le esigenze del cliente, che è stato successivamente inviato insieme ad una fornitura di smart glasses. Grazie alla potente connessione Wi-Fi del cliente, IPI è stata in grado di pianificare diverse riunioni in videochiamata tramite Microsoft Teams, che sono state fondamentali per la formazione degli operatori e dei manager di linea del cliente. Durante i successivi due giorni, IPI e il cliente hanno eseguito una prova, a cui è poi seguita l’installazione.

L’intero processo non è durato più di 6 giorni, duranti i quali un team di esperti tecnici IPI dall’Italia ha supervisionato il cliente da remoto, offrendo assistenza in tempo reale durante ogni fase del processo e coinvolgendo nella supervisione un tecnico madrelingua francese, cosa che ha permesso al cliente di parlare liberamente nella propria lingua.

Tra le varie tecnologie RTA utilizzate da IPI, XMReality è stata determinante durante questa installazione. XMReality, abbreviazione di XMReality Remote Guidance, è uno degli strumenti di realtà aumentata che permette di sovrapporre le informazioni visive del problema sugli smart glasses dell’operatore di linea. Grazie a questo strumento, il cliente ed i tecnici IPI possono condividere lo stesso punto di vista, in modo da risolvere uno dei problemi più importanti delle tradizionali soluzioni di supporto da remoto, ovvero la difficoltà di indirizzare lo sguardo del cliente verso una parte specifica della macchina.

La pandemia ha portato alla luce l’importanza, per un’azienda di confezionamento in cartone asettico, di disporre di soluzioni affidabili di assistenza tecnica remota. Il portfolio di servizi RTA di IPI ha consentito non solo a MIBEM di svolgere le proprie attività senza nessuna interruzione, ma ha portato il proprio cliente ad espandere la linea di produzione, riducendo i costi operativi ed aumentando la produttività. Tutto ciò è stato possibile solo grazie allo spirito di innovazione di IPI e, soprattutto, all’impegno, alla dedizione e alla competenza inestimabile del gruppo MIBEM.
 

Perché l'industria del packaging in cartone asettico ha raggiunto nuovi livelli durante il COVID-19 IPI è di nuovo tra i finalisti degli FTA Europe Diamond Awards 2021 per la qualità della stampa flessografica