Aseptic filling machine for Start Ups and Small and Medium Enterprises

Il valore di una riempitrice per Startup e Piccole e Medie Imprese: ecco le caratteristiche

 

Contenuti dell’articolo

1. QUALI SONO LE PRINCIPALI ESIGENZE DI STARTUP E PMI?
2. LE CARATTERISTICHE DI UNA CONFEZIONATRICE CHE NE DEFINISCONO IL VALORE
3. LA SOLUZIONE DI IPI PER STARTUP E PMI: LA RIEMPITRICE IN CARTONE ASETTICO NSA EVO

 

Le aziende che scelgono imballaggi in cartone asettico per i loro prodotti (come latte UHT e succhi) richiedono macchinari altamente performanti e un partner che offra supporto tecnico per soddisfare pienamente le loro esigenze di produzione. Nel settore dei liquidi alimentari e delle bevande, questo è particolarmente vero per Startup e PMI (piccole e medie imprese).

Oltre a chi già opera nel settore e prospetta di accrescere il proprio business, le aziende che intendono entrare oggi nel mercato del latte e delle bevande confezionate devono installare linee di produzione che garantiscano affidabilità, ingombro ridotto, efficienza, un servizio clienti eccellente, facilità d'uso ed un investimento iniziale contenuto.

Le macchine per il riempimento asettico sono senza dubbio uno dei principali componenti di un impianto di confezionamento. Diamo un'occhiata alle esigenze più comuni di Startup e PMI e alle principali caratteristiche delle macchine che soddisfano queste esigenze. 


Quali sono le principali esigenze di Startup e PMI?

Le Startup cercano prima di tutto un'azienda esperta in grado di fornire loro macchine per il riempimento asettico e tutti i servizi necessari per semplificare l’avvio della produzione. 

Coloro che debbono progettare una linea di confezionamento per avviare la propria attività non cercano solo un set completo di macchinari, ma anche un unico partner in grado di offrire supporto durante la gestione del progetto, garantendo allo stesso tempo sicurezza nelle fasi di installazione e produzione.

Un altro fattore chiave per tutte le aziende è l'affidabilità delle attrezzature di riempimento. Nella sempre più competitiva industria degli imballaggi in cartone asettico, disporre di una confezionatrice di bassa qualità, incapace di soddisfare gli standard desiderati, rappresenta un grosso problema, comportando minori rese di produzione, maggiori costi e perdita di competitività.

Rivolgersi a un’azienda leader nelle soluzioni per il confezionamento in cartone asettico non significa sempre ricevere preventivi esorbitanti. I fornitori più attenti conoscono e soddisfano le richieste di Startup e PMI che devono gestire budget limitati e, quindi, sono alla ricerca di impianti per il confezionamento che, a fronte di investimenti contenuti, garantiscano ottime performance.

Una caratteristica spesso trascurata, ma che può rappresentare un aspetto critico, è la dimensione della macchina confezionatrice. Le Startup che installano la prima linea all'interno di una piccola struttura e le PMI devono fare i conti con lo spazio che hanno a disposizione: dover espandere i propri locali per installare macchine più grandi ha un costo aggiuntivo, che deve essere attentamente valutato. Un ulteriore parametro che le aziende devono ottimizzare per aumentare i loro margini di profitto è il TCO (Total Cost of Ownership).

Ridurre il consumo energetico della macchina può abbattere drasticamente i costi di produzione, specialmente durante i picchi produttivi, quando l'impianto è costantemente in uso. Un'altra cosa da aggiungere all'elenco delle spese è la manutenzione. Ogni volta che una macchina viene arrestata e un tecnico deve intervenire, il TCO aumenta e, di conseguenza, gli utili diminuiscono.

Spesso, per organizzare correttamente gli interventi sulla macchina riempitrice e risolvere rapidamente i malfunzionamenti, i fornitori di apparecchiature offrono servizi di assistenza e risoluzione dei problemi da remoto.

Per alcuni paesi del Nord Africa e del Medio Oriente, a causa delle abitudini di consumo e della possibile evoluzione del business, è importante che la piattaforma di riempimento sia progettata per consentire il passaggio - in breve tempo - dalla produzione di formaggi come la feta al latte UHT. In alcuni paesi le esigenze di Startup e PMI sono influenzate anche dalla temperatura e dall'umidità all'interno degli stabilimenti produttivi. Il calore eccessivo è un aspetto a cui la linea di confezionamento di liquidi alimentari e bevande deve essere in grado di far fronte.


Le caratteristiche di una confezionatrice che ne definiscono il valore

Le macchine riempitrici progettate per soddisfare i suddetti requisiti hanno un insieme preciso di caratteristiche che Startup e PMI dovrebbero considerare al fine di effettuare un investimento profittevole. 

-    Rete commerciale: l'importanza di avere un unico interlocutore

Un fornitore con una grande rete di vendita offre numerosi vantaggi sostanziali ai suoi clienti: 
•    Un interlocutore unico per tutto ciò che riguarda la linea di confezionamento garantisce maggiore chiarezza, una relazione più profonda e proficua con il cliente e una maggiore velocità in ogni fase.
•    Pieno supporto durante la pianificazione del sistema. Un unico fornitore ha il pieno controllo di tutte le attrezzature.
•    Maggiore efficienza nella gestione di reclami o problemi tecnici. Non c'è rimbalzo di responsabilità: i possibili problemi sono risolti direttamente dal fornitore.

-    Un sistema affidabile basato sull'esperienza

Affidarsi a un fornitore che, nel corso degli anni, ha installato centinaia di linee di confezionamento in tutto il mondo ed è noto per la sua affidabilità è un buon punto di partenza per installare una linea di riempimento perfettamente funzionale nel lungo periodo.
Nei mercati in via di sviluppo, dove il know-how nel settore dell'imballaggio in cartone asettico è ancora limitato, è preferibile e rassicurante affidarsi a una piattaforma comprovata.

-    Prezzi bassi della riempitrice e delle macchine a valle

Dotare gli impianti di confezionamento di macchine di alta qualità a costi moderati consente alle aziende di ottimizzare il proprio budget, limitando l'esposizione e i rischi finanziari. Questo fattore è particolarmente sentito dalle Startup e dalle Piccole e Medie Imprese per le quali l'investimento nella linea è un aspetto chiave. 
Ovviamente, un prezzo più basso rappresenta un vantaggio solo se non comporta di dover scendere a compromessi in termini di tecnologia e caratteristiche della riempitrice asettica e delle altre macchine che compongono la linea di confezionamento.

-    Riempitrici compatte per un uso efficiente dello spazio

Le macchine con dimensioni ridotte possono essere facilmente installate in stabilimenti piccoli, dove lo spazio è spesso limitato.

Le confezionatrici con ingombro ridotto possono spesso anche essere collocate accanto ad altri macchinari, non rendendo necessario apportare modifiche strutturali all'impianto. Inoltre, scegliendo riempitrici di dimensioni ridotte, il produttore che desidera installare una linea aggiuntiva per un nuovo formato in cartone per un prodotto premium o di nicchia, non si trova costretto a modificare radicalmente il layout dell'impianto. 

-    Macchine facili da usare

Confezionatrici più facili da utilizzare accelerano i tempi di reclutamento e formazione degli operatori e riducono, di conseguenza, i costi.
Uno strumento utile a semplificare la gestione della macchina è un'interfaccia utente (HMI) intuitiva poiché aiuta gli operatori a ridurre gli sprechi di prodotto e aumentare l'efficienza della linea di produzione, ottimizzando i guadagni. Un esempio è rappresentato dalla modalità start & stop, che limita gli sprechi, e dalla possibilità di monitorare i dati di produzione in tempo reale da parte degli operatori.

-    Bollette basse

I risparmi sui costi derivanti da bassi consumi delle utenze contribuiscono a rendere ancora più vantaggiosa una riempitrice. Questo fattore è particolarmente importante per i produttori che effettuano più di un turno di produzione al giorno, soprattutto durante i picchi operativi: ridurre il TCO significa diventare più competitivi.

-    Manutenzione gestita dal fornitore della macchina

Ovviamente, il TCO si abbassa ulteriormente quando una confezionatrice asettica non richiede interventi frequenti per funzionare correttamente. Ma ancora più importante, guasti e malfunzionamenti possono essere evitati alla radice se la manutenzione preventiva e correttiva viene eseguita regolarmente dal fornitore dell'apparecchiatura.  

Inoltre stipulando degli accordi con il fornitore dei macchinari che includono il supporto tecnico, Startup e PMI non devono farsi carico di organizzare le attività di manutenzione e le riparazioni di routine.

-    Assistenza remota per una risoluzione più rapida dei problemi

Un'assistenza tempestiva ed efficiente, eseguita a distanza dal fornitore della linea di confezionamento attraverso un sistema di raccolta dati e strumenti avanzati come la realtà aumentata e virtuale, consente alle aziende di ricevere un supporto costante senza dover attendere che i tecnici si rechino presso lo stabilimento produttivo. Quando si verificano errori, è essenziale disporre di sistemi digitali in grado di analizzare i dati operativi della macchina e trovare una soluzione rapida al problema.


-    Conservazione del prodotto finale, nonostante le alte temperature

Negli impianti situati in località in cui le temperature tendono a salire drasticamente è opportuno scegliere una tecnologia in grado di prevenire due problemi principali generati dal calore eccessivo: malfunzionamento delle apparecchiature e danni al prodotto confezionato.

In questi contesti, è fondamentale che la riempitrice asettica e l’intera linea di confezionamento siano progettate per funzionare a temperature elevate, garantendo così che il prodotto soddisfi gli standard di sicurezza.

La soluzione di IPI per Startup e PMI: la riempitrice in cartone asettico NSA EVO
 

NSA EVO aseptic filling machine

La vasta esperienza nel settore del confezionamento in cartone asettico consente ad IPI di soddisfare le esigenze di una vasta gamma di produttori, fornendo macchine riempitrici e per il confezionamento a valle all'avanguardia: centinaia di brand in oltre 40 paesi hanno scelto le soluzioni di IPI per l'imballaggio di latte e bevande.

La soluzione di IPI per le Startup e per le Piccole e Medie Imprese si chiama NSA EVO: una riempitrice asettica affidabile, ultra-compatta, facile da usare e che richiede un investimento contenuto. Queste le caratteristiche distintive di una macchina che vanta centinaia di installazioni in tutto il mondo.


Per saperne di più sulle caratteristiche della riempitrice in cartone asettico NSA EVO e sul suo valore per la tua azienda, scarica la brochure.
 

SCARICA LA BROCHURE DELLA NSA EVO
Mostra tutte le news Mostra tutte le news