IPI Success story: Casa Vinicola Poletti

Quando l’innovazione nel packaging risponde alle sfide del futuro. Il caso di successo della Casa Vinicola Poletti.

Thomas Edison diceva “Se c'è un modo di far meglio qualcosa, trovalo.” Ed è quello che fa IPI dal 1981: cerca nuove soluzioni in linea con i bisogni delle aziende e dei consumatori. Ad oggi, IPI è una delle aziende leader nella fornitura di packaging in cartone asettico per bevande e liquidi alimentari. Da circa quarant’anni, guida l’innovazione con macchine confezionatrici e materiali per il packaging all’avanguardia. Nel 2013 è stata acquisita da Coesia, un gruppo societario di soluzioni industriali e di packaging orientati all'innovazione, e l’azienda ha così sbloccato il suo potenziale, facendo ora parte di una multinazionale e, ad oggi, opera in oltre 40 paesi in tutto il mondo. IPI ha lavorato costantemente per migliorare la macchina confezionatrice già presente nel suo portafoglio prodotti, la NSA EVO, ed introducendo un nuovo innovativo macchinario per il packaging, la FX120. La FX120 è la protagonista del caso di successo di Casa Vinicola Poletti, che porta avanti una partnership con IPI da quasi trent’anni, e ad oggi utilizza sia la NSA EVO che la FX120 per confezionare brick rettangolari e packaging premium in diversi formati.

La confezionatrice asettica NSA EVO: una macchina affidabile, user-friendly e a basso investimento

La NSA EVO è l’ultimo modello della famiglia delle macchine confezionatrici SA. Installata centinaia di volte in tutto il mondo, la NSA EVO è affidabile, facile da usare e necessita di un basso investimento iniziale. Può confezionare una vasta gamma di prodotti, tra cui il latte e le alternative vegetali, i succhi e i nettari, il vino, i prodotti a base di pomodori ed altre bevande come quelle a base di cocco, e tanto altro ancora. Il portfolio dei packaging in cartone asettico di IPI è molto vasto, ed include i tipici brick rettangolari e dei packaging in formato premium fino a 1000 ml, come Caliz e Superslim.

Questa macchina confezionatrice ha un Costo Totale di Proprietà (TCO) molto competitivo. L’investimento iniziale è basso, le attività di manutenzione sono minime e così anche i consumi. È per tutti questi motivi che la NSA EVO è particolarmente adatta alle start-up e alle piccole-medie imprese e ideale per i grandi player di mercato che vogliono confezionare prodotti in piccola scala o prodotti di nicchia, e che ricercano una soluzione efficiente a livello di costi. La NSA EVO è caratterizzata, inoltre, da un ingombro ridotto che la rende la confezionatrice asettica compatta più piccola al mondo, e che fa sì che possa essere inserita facilmente negli impianti di produzione. Una particolarità unica dei packaging in cartone asettico confezionati con la NSA EVO di IPI è la mancanza della cordonatura sulla parte superiore del pacchetto, cosa che permette di applicare un tappo anche nei pacchetti monoporzione, come ad esempio sul Caliz 250 ml, proprio come è stato fatto da Poletti.

Un’altra caratteristica importante è la facilità d’uso, che permette l'avvio in produzione con facilità. La macchina è infatti caratterizzata da una limitata complessità sia meccanica che elettronica, ed è per questo che le attività di manutenzione della NSA EVO sono semplici e veloci, anche grazie al training effettuato e al servizio di assistenza remota.

Oltre a questo, IPI offre un Data Collection System che memorizza e processa i dati a partire dalla macchina confezionatrice, così da individuare inefficienze, prevenire problemi, identificare le modalità per risolverli ed implementare miglioramenti. Considerato tutto ciò, la NSA EVO è la più piccola macchina confezionatrice da bobina al mondo, semplice da gestire e da mantenere.

Flexpeed – la macchina confezionatrice asettica FX120

Flexpeed Aseptic – FX120 è l’esempio per eccellenza della propensione di IPI ad un’innovazione dirompente nell’ambito del packaging in cartone asettico per prodotti liquidi, progettata in linea con le richieste del mercato e del trend dei consumatori. La FX120 è la confezionatrice asettica flessibile da bobina più veloce al mondo – figlia del know-how combinato di IPI e Coesia.

La macchina è stata progettata per supportare diversi livelli di flessibilità, a partire dal 1D, che permette di passare da un volume ad un altro a parità di cross section, e la conversione 3D – un livello di flessibilità unico nel mondo del packaging in cartone asettico. La FX120 è una macchina confezionatrice asettica basata su un sistema a conduzione meccanica che offre una grande robustezza e performance migliori rispetto a macchine confezionatrice con sistema a conduzione meccatronica.

La FX120 è efficiente anche dal punto di vista dei costi: richiede una manodopera minima, permette bassi consumi e minimizza i fermi macchina. Per quanto riguarda la velocità, la macchina non ha nessun rivale tra le confezionatrici asettiche da bobina. Ha una velocità fino a 10,500 pph per i pacchetti più piccoli (125 - 375 ml), ed una velocità fino a 8,500 ph per i volumi più grandi (500 -1000 ml). Il cambio automatico della bobina del materiale di imballaggio e del nastro previene gli arresti, aumentando l'efficienza della filler. Tutte queste caratteristiche, insieme all’ergonomicità della macchina e al pannello HMI, rendono la FX120 un prodotto di alta gamma.

Il caso di successo della Casa Vinicola Poletti


La storia di Poletti

L'azienda è stata fondata nel 1928 da Aurelio Poletti. Attualmente ha circa 50 ettari di vigneto, due stabilimenti per la vinificazione, lo stoccaggio e l’imbottigliamento. A pochi chilometri dal centro storico di Imola, Casa Vinicola Poletti è certificata ISO 9001:2008. Il loro vino proviene da uva 100% italiana – proveniente dai vigneti di Poletti e da altri vigneti italiani selezionati, e racconta genuinamente la storia delle tradizioni di Imola. Se parliamo di packaging, il vino è confezionato sia in bottiglia che in brick – alcuni tipi di vino sono infatti confezionati nei formati di 250 ml e 1000 ml. Generalmente, i vini di Poletti possono essere trovati negli ipermercati e nei supermercati, sia per il mercato nazionale che per quello estero.

Poletti e IPI: una partnership di quasi trent’anni

La partnership tra IPI e Poletti è di vecchia data. Nel 1993, Poletti ha installato la prima SA50. Il packaging scelto per il vino era un 1000 ml Standard brick, di cui milioni di pacchetti sono stati venduti. In seguito, nel 1997, è stata installata una nuova SA50 per il confezionamento del vino in un formato 250 ml Standard, utilizzato in particolar modo per i supermercati ed il canale HoReCa. Nel 2003, Poletti ha incrementato la sua produzione con l’aggiunta di un’altra linea per un formato 1000 ml Standard. Nel 2018, 4 anni dopo che IPI è entrata a far parte di Coesia, Poletti è stato il primo cliente al mondo ad installare la FX120, la riempitrice flessibile più veloce al mondo per il confezionamento asettico da bobina, ed è stata usata per la produzione del formato 1000 ml Standard. Nel 2019, Poletti ha sostituito la linea di confezionamento del formato 250 ml Standard con la macchina confezionatrice NSA EVO per il formato innovativo 250 ml Caliz con il Twist Cap, Ad oggi, Poletti utilizza entrambe le tecnologie di IPI, sia la NSA EVO per il confezionamento del Caliz 250 ml, sia l’innovativa FX120 per il confezionamento del 1000 ml Square.

IPI timeline esec

Le ragioni per cui Poletti ha scelto IPI

La scelta di Poletti è ricaduta su IPI prima di tutto per l’affidabilità e la partnership pluriennale. Dopo circa dieci anni, il fatto che IPI sia diventata un’azienda del gruppo Coesia ha garantito ancora di più la sua propensione alla crescita e all’innovazione, dimostrata anche dalla progettazione di una nuova sorprendente macchina confezionatrice asettica – la FX120, e del packaging in cartone asettico innovativo, il Caliz 250 ml con il Twist Cap. Scegliendo IPI, inoltre, Poletti ha favorito la nascita di una catena di approvvigionamento italiana.

Un altro fattore che ha fatto sì che Poletti scegliesse IPI è stato che l’azienda ricercava un pacchetto che rispondesse ai nuovi trend di mercato – un formato innovativo che riuscisse a distinguersi sullo scaffale dei vini italiani, dove la presenza di packaging premium è sempre più massiccia. Per tenere il passo con la domanda mutevole dei consumatori, i produttori di packaging in cartone asettico hanno ricercato formati innovativi, perfetti per confezionare prodotti di alta qualità, sia vino che latte o succhi. L’originalità della forma del pacchetto è un fattore importante per la scelta da parte del consumatore, in quanto aumenta il riconoscimento del marchio. La forma e i colori sono infatti i due elementi che catturano l’attenzione del consumatore sullo scaffale.

In questo contesto, la scelta del packaging Caliz 250 ml è stata necessaria per Poletti, in quanto il pacchetto assicura una grande visibilità sullo scaffale grazie alla sua forma particolare che garantisce una superficie ampia, per far sì che l’azienda possa trasmettere al meglio il proprio messaggio. Poletti, in particolare, ha utilizzato la forma del Caliz per inserire l’immagine di un calice di vino, garantendo il massimo riconoscimento del marchio. Inoltre, il Caliz 250 è stato progettato per essere comodo da tenere in mano e per garantire una piacevole esperienza di consumo – cosa che ad oggi è sempre più importante, dato il trend del consumo on-the-go. Il 250 ml Caliz ha rappresentato per Poletti un’opportunità unica, e il primo feedback ricevuto dal mercato è stato assolutamente positivo.

Poletti aveva bisogno di una macchina confezionatrice con un ingombro ridotto che fornisse pacchetti dalla forma innovativa, assicurando anche una riduzione del Costo Totale di Proprietà (TCO). In altre parole, richiedeva una macchina con un TCO basso così da soddisfare le esigenze in termini di layout e di capacità produttiva. Cosa ancor più importante, la soluzione che Poletti ricercava doveva essere affidabile. IPI ha pienamente soddisfatto le aspettative, fornendo al cliente l’ultima versione della macchina confezionatrice NSA EVO con un ingombro ridotto.

IPI ha inoltre fornito al cliente la FX120. Grazie a questa macchina confezionatrice, Poletti ha ora un'attrezzatura performante e competitiva in grado di garantire un maggior numero di pacchetti per un numero di clienti sempre maggiori. La FX120 è infatti una macchina confezionatrice a conduzione meccanica che, grazie alla straordinaria facilità d’uso e alla sua efficienza, riduce la necessità di manutenzione e del costo di produzione, assicurando comunque un’alta capacità produttiva per il più importante pacchetto del cliente.

Tutto questo è IPI: tecnologia, esperienza e conoscenza del mercato. Innovazione, sempre dalla parte del cliente.

success case Poletti

Se vuoi dei consigli su come sbloccare a pieno il tuo potenziale con l'aiuto di IPI, contattaci!

Category
Mostra tutte le news Mostra tutte le news