FX120 high-speed aseptic filling machine

IAN incrementa la produttività con FX120, la nuova macchina confezionatrice asettica ad alta velocità di IPI

Dopo la stretta e proficua collaborazione con IPI risalente al 1991, il Grupo Alimentario IAN ha ulteriormente rafforzato la partnership grazie all’installazione di FX120, la macchina confezionatrice asettica più all’avanguardia di IPI, nel suo stabilimento in Spagna. Si tratta di un passo in avanti per IPI, dato che è la prima volta che questa macchina confezionatrice viene usata nel mercato spagnolo

FX120, la riempitrice flessibile più veloce al mondo per il confezionamento asettico da bobina, è il risultato di un’innovazione rivoluzionaria nel settore del packaging in cartone asettico per alimenti liquidi. Questa macchina viene utilizzata dal Grupo Alimentario IAN per il confezionamento del “tomate frito”, aiutando a consolidare la leadership della società di Villafranca e a offrire un prodotto di qualità a milioni di clienti in tutto il mondo.

IAN è un punto di riferimento e un’azienda pioniera nel mercato delle verdure in scatola, piatti pronti e salse, soprattutto quella di pomodoro, in cui ha una quota di mercato decisamente significativa. Comprende diversi marchi spagnoli ed esteri, tra cui Carretilla, leader nella produzione di verdure in scatola con asparagi e piatti pronti con un packaging adatto alla cottura in forno microonde. Grazie a questo marchio, che vanta più di 145 anni di attività, l’azienda produce passate di pomodoro in brick e gazpacho, una ricetta della gastronomia spagnola famosa in tutto il mondo. Inoltre, IAN è un’azienda produttrice per marchi conto terzi, in grado di servire sia i principali distributori europei che altri clienti internazionali. 

L’azienda opera nel settore dei beni di largo consumo, nella ristorazione, Private Label e nel B2B, adattandosi alle specifiche necessità di ogni mercato e cliente (in termini di ricette, impianti, marchi, ecc.), con esportazioni in 55 paesi.

IAN Food Group, promotrice da lungo tempo di politiche ecologiche, porta avanti una cultura aziendale basata sul riciclo e sull'energia rinnovabile. Da ultimo, ma non per questo di meno importanza, il Grupo IAN promuove lo sviluppo socioeconomico delle regioni in cui opera attraverso varie iniziative.

IAN Grupo Alimentario e FX120: una storia di successo nell’industria del confezionamento asettico

IAN e IPI si conoscono da tanti anni. Nel 1991, di pari passo con il forte impegno per l’ambiente, IAN firmò una collaborazione con IPI, installando la prima riempitrice asettica IPI per il tomate frito da 375 ml Slim, la prima di una lunga serie. All’epoca, le industrie alimentari tendevano a usare l’alluminio come materiale principale per le confezioni di tomate frito. Nel tentativo di distinguersi dalla concorrenza, IAN introdusse una nuova linea di prodotti con un packaging in cartone asettico IPI, utilizzato ancora oggi insieme alle confezioni in alluminio delle linee più tradizionali prodotte dall’azienda spagnola. Da allora, IPI è fornitrice di IAN, contribuendo al successo dell'azienda come leader nella produzione della più grande varietà di marchi di tomate frito della grande distribuzione. Attualmente, IPI detiene una quota del 50% del mercato spagnolo nel confezionamento di tomate frito. 

IAN FX120 success story timeline

Nel corso degli anni, il legame tra le due aziende si è rafforzato. Tra la prima installazione, risalente al 1991, e il 2012, IPI ha consegnato 4 linee di brick Slim aggiuntive con volumi da 375 ml e 200 ml. Grazie a questa collaborazione, IPI ha accresciuto la propria competitività in termini di performance, capacità produttiva e qualità, fornendo costi operativi inferiori e assistenza tecnica indispensabile. Nel 2015, IPI ha installato un kit di accelerazione nelle riempitrici asettiche, aumentando la produttività per il cliente del 20%. L’anno successivo, l’azienda italiana ha anche fornito un software smart factory per monitorare le prestazioni della linea, come una sorta di sistema di raccolta dati, dando inizio a un programma di servizi con IAN per massimizzare l'efficienza delle linee di confezionamento asettico del cliente. Nel 2020, il Grupo Alimentario IAN ha installato la FX120 per la confezione Slim da 200 ml. Infine, nel 2021 ha installato la nuova NSA EVO.

IAN si è affidata alla FX120 di IPI per svariati motivi. Innanzitutto, il cliente necessitava un incremento in termini di redditività e flessibilità. Successivamente, si è reso necessario la realizzazione di un prodotto molto richiesto nel mercato. Tale obiettivo richiedeva una riempitrice più veloce, ancora più efficiente e, soprattutto, che riuscisse a ridurre il Costo Totale di Proprietà (TCO) senza compromettere il rendimento. Pertanto, la FX120 rappresentava la soluzione più adatta. Confezionando asetticamente ed in maniera flessibile, la macchina è in grado di aumentare in maniera importante la produttività di IAN.

Inoltre, il cliente doveva poter contare sull’affidabilità di un partner solido con una filiera robusta e con decenni di esperienza alle spalle. Il tomate frito è diverso da altri alimenti liquidi perché contiene delle particole. Ciò richiede una vasta esperienza nel settore del confezionamento e una conoscenza avanzata in diversi ambiti come l’ingegneria meccanica, il packaging e l’interazione tra macchina e materiale. Stando così le cose, IPI rappresentava la scelta perfetta. Oggi, IAN ha una partnership con l’azienda italiana da più di 20 anni. Una relazione affidabile e di successo sostenuta dal know-how tecnologico di IPI e Coesia, così come dallo spirito d’innovazione che caratterizza l’azienda italiana e la sua prontezza nel rispondere ai bisogni dei clienti. 

Oltre alla FX120, il Gruppo utilizza ancora molte macchine NSA per il confezionamento di tomate frito con cartoni Slim con volumi da 200 ml e 375 ml, la soluzione perfetta per combinare la flessibilità, la produttività e la redditività per un cliente come IAN che compete in mercati globali sempre più esigenti.

Please accept marketing cookies to view this content.

Perché gli alimenti liquidi e la FX120 sono un’accoppiata vincente?

FX120 aseptic filling machine

Con i prodotti liquidi come il tomate frito, il Grupo IAN ha scelto la FX120 per soddisfare le sue esigenze di confezionamento. Prima di tutto, qualità. Il cliente era alla ricerca di una macchina in grado di aumentare in modo costante e affidabile le proprie performance. Con una velocità di 12,000 pph per le confezioni monoporzione (100 - 330 ml), la FX120 è l’ideale per i brick da 200 ml di IAN. La riempitrice ha una velocità che si regola in funzione delle macchine che compongono la linea di confezionamento esistenti. Inoltre, è caratterizzata da strumenti all’avanguardia che contribuiscono a migliorare la funzionalità e la connettività tra il software e la macchina, rendendo le operazioni non solo più veloci, ma anche più facili.

Non solo, la macchina adopera un sistema di trasmissione completamente meccanico, che permette un aumento significativo dell’efficienza complessiva della linea incrementando la propria robustezza e affidabilità e, allo stesso tempo, assicurando una maggiore efficienza nella risoluzione dei problemi e la massima accuratezza, anche ad alta velocità. Questo, a sua volta, si traduce in un utilizzo più ottimizzato del tempo della linea produttiva e costi operativi inferiori, dato che la manutenzione avverrà meno frequentemente.

Inoltre, il sistema di sterilizzazione dei materiali è caratterizzato dal massimo livello di affidabilità, sicurezza e controllo, grazie al fatto che la FX120 sia stata costruita con un sistema che permette il cambio automatico dei materiali stessi.

"Per raggiungere una crescita nel mercato del tomate frito, il Grupo IAN aveva bisogno di aumentare la capacità produttiva e l’efficienza. Con l’installazione della FX120, la nuova macchina confezionatrice asettica di IPI, abbiamo consolidato la competitività di IAN in questo segmento di mercato” assicura Diego Iso, Direttore dello stabilimento IAN a Villafranca.

Ma soprattutto, la domanda di IAN di una nuova, e ancora più efficiente, riempitrice è data dall’esigenza di aumentare la propria produttività con una tecnologia moderna e innovativa. In quest’ottica, la FX120 rappresentava una scelta ottimale, dato che permetteva al cliente di produrre una vasta gamma di contenitori dalle bobine di materiali multistrato, rendendo possibile la valutazione di cambiamenti strategici nella forma e nel formato. Queste caratteristiche sono cruciali in termini di time to market, soprattutto per un’azienda leader nel settore alimentare come IAN. La possibilità di cambiare la shape e il formato dà al cliente l’opportunità di sapersi adattare velocemente alle nuove esigenze di mercato. Per questo motivo la macchina permette un rapido rinnovo del marchio e delle strategie di prodotto senza alcun compromesso tra versatilità e qualità. Tutto questo, in combinazione con la più ampia superficie in cartone asettico e adattabilità in termini di design, rende la FX120 la macchina perfetta per la linea produttiva del tomate frito del Grupo Alimentario IAN. 

In sostanza, la collaborazione tra IPI e IAN Food Group è più forte che mai. Dal 1991, il duo vanta una forte posizione nel mercato spagnolo per il tomate frito confezionato in cartone asettico. Il Grupo IAN era alla ricerca di una soluzione affidabile che potesse minimizzare i tempi di attesa e ridurre i costi operativi della loro linea di produzione di tomate frito, e che potesse aumentare la produttività e l’efficienza, così da rimanere competitivo di fronte a nuove sfide di mercato. Essendo partner IPI da decenni, IAN ha investito nuovamente in questa collaborazione, firmando un accordo per l’installazione di una linea di riempimento basata sulla FX120, rendendola la prima macchina di questo tipo a mettere piede in Spagna.
 

Mostra tutte le news Mostra tutte le news