The added value of innovative aseptic carton packaging

Il valore aggiunto dei contenitori in cartone asettico innovativi

 

Contenuti dell’articolo

1. L'IMPORTANZA DI CONOSCERE I PROPRI CONSUMATORI AL FINE DI SCEGLIERE LA CONFEZIONE GIUSTA
2. L'EVOLUZIONE DEL PACKAGING IN CARTONE ASETTICO
3. I VANTAGGI OFFERTI DA CALIZ E DAGLI ALTRI FORMATI DISTINTIVI DI IPI
4. IPI, UN PARTNER PER L'INNOVAZIONE DEL PACKAGING IN CARTONE ASETTICO

 

Il cartone asettico è un materiale largamente utilizzato per il confezionamento di latte, succhi di frutta e altre bevande e presenta vari vantaggi, soprattutto in termini di praticità, sicurezza e protezione del prodotto. Si tratta infatti di un materiale igienico, resistente, difficilmente soggetto a rotture accidentali - soprattutto rispetto al vetro - e, in termini di produzione e commercializzazione, offre una varietà di vantaggi circa pallettizzazione, trasporto e stoccaggio.

 

Da un punto di vista di immagine e comunicazione, l'imballaggio in cartone asettico offre un'ampia superficie utilizzabile dai brand per rendere riconoscibile, desiderabile e rilevante il proprio prodotto.

I vantaggi connessi a questo materiale riguardano anche il tema della sostenibilità, dal momento che il cartone (di cui è composto oltre il 70% delle confezioni asettiche) è eco-compatibile.

 

 

L'importanza di conoscere i propri consumatori al fine di scegliere la confezione giusta

 

Quando si tratta di confezionare in cartone asettico, mai prima d'ora abbiamo assistito a una svolta così decisiva verso l'innovazione, attraverso la creazione di pacchetti esteticamente gradevoli e, allo stesso tempo, estremamente funzionali agli occhi dei consumatori.

I fornitori di sistemi e materiali per l'imballaggio in cartone hanno, infatti, progettato nuove soluzioni e nuovi modelli di packaging caratterizzati da un design più curato, con forme e profili snelli che si distinguono sugli scaffali per le loro linee sagomate.

Come vengono valutate le nuove forme di packaging in cartone asettico all’interno mercato dei beni di consumo?

Nielsen[1] ha condotto un'analisi comparativa sulle preferenze dei consumatori e modalità di consumo di succhi di frutta e altre bevande. Lo studio si concentra sul packaging in cartone asettico e identifica aspetti chiave da prendere in considerazione riguardanti il loro appeal, l'innovazione e l'ergonomia, sia per le forme tradizionali che innovative.

 

A partire dagli atteggiamenti dei consumatori, sono stati delineati 4 profili target dei consumatori finali :

Il "Pragmatico"

Questo pubblico è composto principalmente da anziani e adulti (in particolare genitori con bambini) che bevono regolarmente succhi di frutta e altre bevande in cartone asettico.

Si tratta di un target abitudinario, legato ad aspetti di praticità e molto orientato al prezzo.

Considera il succo di frutta una bevanda versatile e universale e ne acquista vari gusti presso supermercati e discount, destinandoli a un consumo prevalentemente domestico legato a più occasioni (colazione, merenda, pasto, ecc.).

Questo tipo di pubblico è sostanzialmente soddisfatto dell'offerta rappresentata dalle confezioni tradizionali in cartone asettico di succhi e latte, di cui apprezza la consistenza, la conservabilità e i bassi costi, preferendo nettamente questo materiale al vetro, in particolare quando si tratta di formati famiglia.

Il "Conviviale"

Questo pubblico è composto da adulti, per lo più con bambini piccoli, e giovani che si caratterizzano per un medio livello di consumo di bevande in brick di cartone asettico e un atteggiamento conviviale e curioso che li rende aperti a provare nuovi prodotti.

Per quanto riguarda i succhi di frutta, questo tipo di consumatore predilige sapori misti e vede il succo come una bevanda da offrire agli ospiti o da consumare autonomamente come alternativa a bevande gassate e tè freddo, per spuntini o aperitivi con gli amici.

Il “Conviviale” non è legato a una marca in particolare, prende in considerazione le offerte e pone attenzione ai criteri di differenziazione e premiumness.

È un target attento alla stabilità della confezione (che non dovrebbe rovesciarsi quando è sul tavolo), alla facilità di versamento e all'appeal estetico.

Questi consumatori sono solo parzialmente soddisfatti dell'offerta attuale: avvertono il bisogno di diversificazione in relazione ai nuovi prodotti.

Il "Selettivo"

Questo pubblico è formato da adulti (in particolare da donne) contraddistinti da un consumo medio di bevande in cartone asettico.

Hanno un approccio selettivo, consapevole, orientato alla funzionalità e piuttosto esigente.

Relativamente al prodotto, apprezzano alcune qualità specifiche come l'alta percentuale di frutta nel succo, l'assenza di coloranti e le certificazioni di origine o biologiche.

In termini di packaging, il “Selettivo” è attento agli aspetti di unicità, differenziazione ed ergonomia e non disdegna il vetro, dal momento che associa talvolta il cartone asettico a formati standard.

Questi consumatori sono solo in parte soddisfatti dell'offerta attuale del mercato: hanno bisogno di appeal estetico, qualità ed ergonomia, soprattutto per quanto riguarda la maneggevolezza della confezione e la facilità di versamento.

L’"Edonista"

Questo target è composto da adulti, uomini e donne, compresi gli anziani.

Si tratta di un tipo di consumatore con un approccio cauto all'innovazione, sebbene abbia desiderio di trovare nuove bevande da acquistare.

Per quanto riguarda i succhi di frutta, l’”Edonista” acquista principalmente una selezione di aromi dolci, con polpa o molto liquidi (come ananas e arancia).

Più in generale, questi consumatori scelgono marchi leader e referenze specifiche di prodotto, per lo più le stesse dopo aver scoperto una bevanda particolarmente gradita.

Relativamente al packaging ricercano forme ergonomiche, con buona presa e linee fluide, prestando attenzione alla tenuta, alla resistenza e possibilmente all’estetica.

Solo in parte soddisfatti delle offerte standard, sono alla ricerca di formati in grado di gratificarli rendendo l’esperienza di consumo particolarmente piacevole.

 

 

L'evoluzione del packaging in cartone asettico

 

Come accennato in precedenza, negli ultimi anni i produttori di packaging material in cartone asettico hanno studiato nuove soluzioni per confezionare latte e succhi di frutta in brick, offrendo nuove forme da affiancare a modelli più classici. I risultati sono pacchetti dal design innovativo che soddisfano diverse esigenze e occasioni di consumo, spingendo l'acceleratore su innovazione, appeal ed ergonomia, fattori oggigiorno in grado di influenzare notevolmente le preferenze dei consumatori.

Secondo la ricerca di Nielsen[2] avente ad oggetto la valutazione di diversi tipi di contenitori in cartone asettico, la reazione dei consumatori ai nuovi formati è stata estremamente positiva.

Analizziamo ora in dettaglio le 3 caratteristiche che guidano l'evoluzione del packaging:

Innovazione

I nuovi modelli di packaging asettico in cartone si discostano da quelli esistenti, adattandosi alle tendenze del mercato con un buon grado di originalità.

Il fattore innovazione è particolarmente apprezzato dal target "Edonista" e dal "Selettivo", e più in generale da tutti coloro che sono attenti alle ultime tendenze del mercato e che non amano le forme standard dei brick in cartone asettico.

Appeal

Le forme assecondano i principi armonici (linee morbide, simmetriche e fluenti) oltre ad essere più sottili.

L'appeal delle nuove confezioni incontra il gusto del consumatore "Edonista" per quanto riguarda l'aspetto dell'auto gratificazione, e quello del target "Conviviale" per quanto concerne l’uso di questi packaging durante gli eventi sociali, mentre è del tutto irrilevante agli occhi del cliente "Pragmatico".

Ergonomia

Gli studi sull'ergonomia dei nuovi contenitori hanno portato a una maggiore facilità di presa, maggiore stabilità e robustezza, unitamente alla semplicità di versamento e alla facilità di chiusura dell'imballaggio, che può essere portato con sé senza problemi.

L'ergonomia è un fattore tenuto in buona considerazione sia dal pubblico "Pragmatico" che dal "Conviviale".

 

 

I vantaggi offerti da Caliz e dagli altri formati distintivi di IPI

 

Caliz - IPI Aseptic carton packaging for milk, fruit juice, beverages

 

Tra i modelli di pacchetti in cartone asettico proposti da IPI, azienda fortemente orientata all'innovazione, il formato Caliz riveste indubbiamente un ruolo da protagonista, grazie alle sue caratteristiche ergonomiche uniche ed esclusive.

 

Il profilo arrotondato distingue completamente Caliz dai suoi concorrenti, consentendo così ai produttori di latte, succhi di frutta e bevande di posizionare meglio il loro marchio, sia sullo scaffale che nella mente dei consumatori.

 

In generale, il design Caliz, che ricorda quello di una bottiglia, è molto apprezzato per le sue linee fluide e le sue convessità simmetriche che favoriscono una buona presa. Questi i principali punti di forza del nuovo formato:

Attrazione estetica

Rispetto alla concorrenza, il design di Caliz è più accattivante e adatto a soddisfare le esigenze di originalità e appeal estetico. È particolarmente adatto ad aperitivi e momenti di condivisione, occasioni per le quali, in passato, venivano preferiti materiali più raffinati come il vetro.

Valore del prodotto

Rispetto ai principali concorrenti, l'originalità del packaging IPI contribuisce ad incrementare il valore del prodotto che, grazie al suo design ricercato, è percepito come qualitativamente superiore a bevande simili offerte negli imballaggi tradizionali.

Ergonomia e facilità d'uso

Rispetto alle forme standard presenti sul mercato e a modelli diversi offerti da altri produttori, Caliz si è rivelato molto più maneggevole e, allo stesso tempo, ha reso più semplice il versamento della bevanda.

Diversificazione

Caliz aiuta a rafforzare i punti di forza distintivi del prodotto, consentendo così ai clienti di rafforzare l'identità del proprio brand.

 

IPI, un partner per l'innovazione del packaging in cartone asettico

 

Una parte non trascurabile dei consumatori dichiara di essere pronta a pagare anche il 5-10% in più per i prodotti confezionati in cartoni asettici con forme diverse da quelle standard, come conseguenza della migliorata esperienza di consumo che un packaging innovativo è capace di offrire.

 

Per queste ragioni, le aziende che desiderano puntare sul cartone asettico, con particolare attenzione alla facilità d'uso per i consumatori e alla differenziazione dalla concorrenza, possono contattare IPI per identificare la migliore soluzione per il latte UHT, il succo di frutta e il confezionamento di bevande.

 

CONTATTA I NOSTRI ESPERTI

 

 
[1] Nielsen Research "Packaging evaluation", report qualitativo per IPI
[2] ibid.
Mostra tutte le news Mostra tutte le news